Dal sito dell’ “Associazione dei Comuni Virtuosi”

Approvato dal consiglio comunale di Oriolo Romano (VT) il Paes, strumento essenziale per programmare una politica energetica in grado di ridurre l’impronta ecologica dell’intera comunità.

Il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) e un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea per coinvolgere attivamente le citta europee in un percorso verso la sostenibilita energetica ed ambientale. L’iniziativa e stata lanciata dalla Commissione il 29 Gennaio 2008, nell’ambito della seconda edizione della Settimana Europea dell’Energia Sostenibile (EUSEW 2008).

L’aspetto piu innovativo che emerge dal Patto dei Sindaci e il trasferimento di responsabilita dal governo “centrale” a quello “locale”. Le Amministrazioni Locali hanno l’opportunita di impegnarsi concretamente nella lotta al cambiamento climatico, attraverso interventi che modernizzino la gestione amministrativa e influiscano direttamente sulla qualita della vita dei cittadini.

Inoltre, si evidenziano altri due aspetti importanti: l’adesione volontaria al Patto da parte dell’Amministrazione Pubblica, che assume impegni ed obiettivi non imposti dalla normativa e l’approccio quantitativo nella definizione dei tempi da rispettare e degli obiettivi da raggiungere.

Firmando il Protocollo di adesione al Patto, i Sindaci delle Amministrazioni Locali si impegnano ad attuare un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), che dovra indicare le azioni che verranno intraprese, sia dal settore pubblico che da quello privato, per ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 20% rispetto ad un anno di riferimento, individuando come orizzonte temporale il 2020.

Il PAES rappresenta, pertanto, lo strumento programmatico che indica la strategia operativa di lungo termine (almeno al 2020), le misure di contenimento e, quindi, le attivita da intraprendere per raggiungere gli obiettivi di sostenibilita energetica per cui si e impegnata l’Amministrazione Locale.

Il Piano e costituito da un Inventario di Base delle Emissioni (IBE), che quantifica le emissioni di CO2 (o CO2 equivalente) emesse in seguito al consumo di energia nel territorio dell’Ente Locale nell’anno scelto come anno di riferimento. L’analisi dell’inventario permette di identificare i settori di azione prioritari e le opportunita per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione della CO2 fissati. Inoltre, consente di programmare un insieme di azioni in termini di risparmio energetico, riduzione delle emissioni, tempistiche e assegnazione delle responsabilita.

Visualizza il piano d’azione per l’energia Sostenibile